Home / MANGIA & BEVI / Non lavare mai il pollo crudo: ecco cosa rischi se lo metti sotto acqua corrente prima della cottura

Non lavare mai il pollo crudo: ecco cosa rischi se lo metti sotto acqua corrente prima della cottura

In cucina le cattive abitudini possono portare a problemi molto seri sia per chi sta ai fornelli e sia per chi mangia i piatti preparati. Cucinare non è affatto un gioco e prendere questa attività con superficialità può essere molto pericoloso: fondamentale è prestare attenzione che sui cibi non siano presenti muffe e provvedere alla giusta conservazione degli alimenti.


What’s going on in your kitchen por bigcocomero

 

 

 

Tra le abitudine errate ce n’è una molto diffusa: quella di lavare il pollo crudo prima di cuocerlo. Il motivo per cui lo si mette sotto acqua corrente potrebbe essere la credenza che in questo modo viene eliminato il grasso in eccesso dalla pelle, oppure per la convinzione che si elimini la sporcizia eventualmente presente. Niente di più sbagliato, il pollo crudo non va mai lavato per non incorrere in sgradite conseguenze…

 

Lavare il pollo non elimina i batteri patogeni, anzi è un modo per facilitare la contaminazione batterica. Ecco perché…

La carne del pollo è diversa da quella del bovino o della vitella, e non solo per le proprietà nutrizionali: la differenza principale è il fatto che questa carne bianca proviene da un uccello e non da un mammifero.

Gli uccelli sono immuni da molti batteri che invece sono nocivi e perfino mortali per l’uomo: tra questi c’è il batterio del tetano (il clostridium), la salmonella e il campylobacter. Questi esseri patogeni sono presenti sugli alimenti crudi, per questo è bene maneggiarli con cura nei momenti precedenti alla cottura.

Le alte temperature rendono questi alimenti naturalmente contenenti batteri commestibili e privi di alcun rischio.

Lavare il pollo significa spargere nel lavandino e sui ripiani vicino ad esso, tutti i batteri contenuti nella carne del pollo.

 

Mettere la carne cruda sotto il getto dell’acqua corrente è molto pericoloso oltre che inutile: il lavaggio non uccide in alcun modo i batteri! Può causare invece la cosiddetta campylobacteriosi, un’infezione alimentare che si manifesta nei casi meno gravi con febbre, diarrea e vomito, ma che può degenerare in patologie più serie come la sindrome dell’intestino irritabile e la sindrome di Guillain-Barré.

Ciò che più preoccupa sono i dati emersi da un’intervista condotta dalla FSA, l’ente governativo britannico deputato alla sicurezza alimentare: i due quinti dei cuochi intervistati dicono di lavare il pollo di routine prima della preparazione.

Gli schizzi di acqua che entrano in contatto con la carne del pollo cruda possono andare a finire su utensili, piani di lavoro e contaminare a cascata altri oggetti o alimenti: basta pensare che si può sporcare il lavandino dove si laverà l’insalata.

Qual è il giusto comportamento da adottare quando si cucina il pollo in casa? Prima di tutto mettere subito il pollo nel recipiente scelto per la cottura, avere l’accortezza di lavarsi bene le mani e tutti gli attrezzi usati.

È molto importante sapere inoltre che batteri come la salmonella sono presenti anche sulle uova e sui frutti di mare: vanno dunque adottate le stesse accortezze!

Molte persone sono ignare di quanto possa essere pericoloso e sbagliato lavare il pollo nel lavandino: condividi l’articolo per diffondere questa importante informazione.

cargando...

Check Also

Come preparare a casa in pochi minuti il “Bounty”, il famoso dolcetto al cocco

Se avete voglia di deliziare il vostro palato con un dolcetto sfizioso e non elaborato, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *